guide reperibili in tutte le librerie della provincia. Fotografie e documentazioni storiche rendono estremamente affascinanti alcuni di questi volumi che da sempre riscontrano molto interesse negli appassionati di  montagna.

Per rendere più completa ed interessante ogni vostra escursione e farvi conoscere alcuni degli  angoli  più  selvaggi delle nostre  montagne  possiamo  consigliarvi alcune  pratiche

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Maslana è un pratico opuscoletto che raccoglie la storia passata di questo caratteristico borgo, a monte dell’abitato di Valbondione, costituito da quattro grosse contrade: Casa Polli, Casa Caffi, Cà Sura e Piccinella. Il Goi del Cà, il vecchio ponte sul fiume Serio e le omonime cascate, con le leggende ad esse legate, ma anche le favolose pareti strapiombanti del Pinnacolo, paradiso di molti climbers sono solo alcune delle curiosità trattate nella guida. Vecchie e preziose foto storiche richiamano le tradizioni ed i vestiti di una volta. Non mancano richiami anche sulla presenza primaverile degli stambecchi e ai vecchi sistemi di trasporto utilizzati per la costruzione della diga del Barbellino.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta di una guida tascabile assai interessante che permette all’escursionista di conoscere le 231 vette bergamasche che superano i duemila metri di altezza. Ogni escursione è correlata da una dettagliata altimetria e documentazione fotografica molto ben curata dall’autore; anche le difficoltà alpinistiche di ogni singolo itinerario sono specificate in modo dettagliato.

Il volume si distingue per una bellissima documentazione fotografica storica che, quando accostata a quella più recente, offre un ottimo spunto di confronto. Il viaggio porta il lettore a scoprire i Sentieri delle Orobie Orientali ed Occidentali e di ogni escursione risulta ben specificata l’altimetria ed i relativi tempi di percorrenza. Ben curata anche la documentazione storica che invitiamo quindi a leggere in maniera dettagliata.

Questo volume porta l’escursionista alla scoperta delle oltre 130 baite distribuite sul territorio dell’Alta Val Seriana, nel territorio compreso tra la Valzurio ed il Piano del Barbellino. Esso è strutturato in una serie di escursioni di cui vengono riportate anche le tante curiosità storiche- culturali legate alle varie baite che si incontrano nelle gite in alta valle; non mancano riferimenti all’espansione del Bostrico parassita, alle miniere di uranio di Novazza, alle vecchie attività minerarie esercitate in passato in alta Val Seriana nonché alle opere militari allestite sulle nostre montagne durante la Prima Guerra Mondiale.

Come il volume "Baite Val Seriana" questa pratica guida porta gli escursionisti alla scoperta dell'acqua, in tutte le sue forme, calcando i sentieri dell'alta Val Seriana. L'autore ripercorre gli stessi sentieri, spingendosi anche più in alto, alla ricerca dei caratteristici laghetti alpini di cui la nostra terra è ricca. Cascate, corsi d'acqua, neve e valanghe sono trattati a più riprese tra le pagine di questo libro, ricco di foto e di curiosità di ogni genere. Su scelta dell'editore è stato abbandonato il "formato tascabile" del precedente volume privilegiando un formato più voluminoso ma in grado di valorizzare i colori e le mille tonalità della documentazione fotografica in esso raccolta.